Fare ciò che gli altri non riescono a fare

Sul finire degli anni ‘60, divenne via via più evidente che i prodotti divenuti comuni non portavano più a un successo di lungo termine. Il futuro dell’azienda si intravide, quindi, nel cominciare a fare quello che gli altri non potevano. Fu così che, nel 1967, Dätwyler produsse i primi cavi piatti speciali, seguiti, nel 1973, dal primo cavo piatto per impiego negli ascensori con corsa fino a 400 metri. Nel 1975 l’azienda stabilì un ulteriore traguardo con il cavo resistente al fuoco “Pyrofil 250”. Nel 1986 Datwyler fu una delle primissime aziende a produrre cavi in fibra ottica monomodali e multimodali per le reti di comunicazione pubbliche e private.

Nello stesso anno, con l’obiettivo di assicurare un futuro duraturo all’intero Gruppo attraverso la creazione di una base azionaria più ampia e incrementando la liquidità, Peter e Max Dätwyler decisero di entrare nella Borsa svizzera. Contemporaneamente, introdussero una policy di successione unica: dal 1990, il CdA della società quotata come Dätwyler Holding prese a controllare la maggioranza dei voti in qualità di fiduciario. Lo fece attraverso la Dätwyler Führungs AG e la Pema Holding AG, create dagli stessi fratelli Dätwyler. Un accordo tra azionisti garantiva che, in caso di dimissioni dei direttori, le loro partecipazioni venissero trasferite ai loro successori nella Dätwyler Führungs AG, senza alcun guadagno finanziario. Con questo accordo di successione, Peter e Max Dätwyler rinunciarono a consistenti beni, creando in questo modo una valida costruzione della proprietà.

   

Maggiori informazioni >